• Italiano
  • English

Algeria

Algeria

 

TADRART ACACUS: TUTTI I COLORI DEL DESERTO

 

Dal 02 Marzo al 11 Marzo 2018

10 Giorni/09 Notti

Partenza speciale : 02 Marzo 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Sahara iconografico e magico, per chi ama le emozioni che il deserto sa offrire. Ai brevi percorsi in fuoristrada il viaggio alterna piacevoli camminate in scenari sempre vari e incantevoli e la scoperta affascinante dell’arte rupestre che ci riporta alle antiche civiltà agro-pastorali. In uno degli angoli più belli del Sahara. Il viaggio non comporta lunghi trasferimenti, le camminate sono facili e sono sempre facoltative. La sistemazione in tenda al campo e in hotel modesto a Djanet implica la rinuncia alle comodità cui siamo abituati. Un viaggio anche breve nel deserto richiede sempre spirito di adattamento.

 

In sintesi:

Algeria – Tadrat Acarus, tutti i colori del deserto

Dal 02 al 11 Febbraio 2018

Il Tucano Viaggi – Con accompagnatore dall’ Italia

Voli inclusi

 

Itinerario:

 

1° Giorno, Italia – Algeri – Djanet

Partenza dalla città da voi prescelta con volo di linea Alitalia. Arrivo ad Algeri e proseguimento in serata con il volo per Djanet. Arrivo a notte inoltrata, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

2° Giorno, L’Oasi di Djanet – Archi e picchi di Alidemma

Djanet si adagia con il suo esteso palmeto a circa 1000 metri di altitudine nel cuore del Tassili n’Ajjer, I’immenso altopiano di arenaria che qui si interrompe precipitando con una scarpata di oltre 500 metri nella pianura dell’Erg d’Admer. Tempo a disposizione per una passeggiata nell’oasi, antico emporio carovaniero e area stanziale dei Tuareg, che si compone di tre insediamenti, tra questi il vecchio ksar di Mihan abbarbicato alla montagna. Partenza in direzione sud. Ci attende Alidemma con la sua selva di picchi rocciosi che emergono da impalpabili sabbie dorate e monumentali archi di pietra che al tramonto si tingono di rosso. Sistemazione al campo. Pensione completa.

3° Giorno, Alidemma – Monkhor, Torrioni e Dune – El Beridj

Lasciati i castelli e gli archi di Alidemma, proseguiamo con i fuoristrada alla volta di Monkhor. Qui l’occhio può cogliere una panoramica immensa su distese di sabbia e roccia, e in questo paesaggio andremo alla scoperta di tracce di insediamenti preistorici. Piegando leggermente verso nord est vediamo profilarsi all’orizzonte l’oued El Beridj, che si dirama in un labirinto di canyon laterali dove gli anfratti custodiscono splendidi esempi di arte parietale preistorica sahariana. El Beridj, dove trascorreremo la notte, è la porta di accesso al fantastico mondo del Tadrart. Più avanti vedremo aprirsi un vasto spazio movimentato da dune, con corridoi di sabbia vellutata intervallati a formazioni rocciose. Entreremo in un mondo fiabesco e allo stesso tempo in un grande, affascinante museo di arte rupestre. Sistemazione al campo. Pensione completa.

4° Giorno, Tadrart Acacus: Moul n’Aga e le forme sontuose dell’erosione

Situato a sud est del Parco Nazionale del Tassili N’Ajjer, 200 chilometri circa a sud est dell’oasi di Djanet, il Tadrart Acacus è considerato uno dei più bei deserti del mondo. Questa regione del Sahara è parco nazionale ed è classificata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco non solo per la sua diversità geografica e le peculiarità geologiche (vi si trovano praticamente tutti i tipi di deserto in un perimetro abbastanza ridotto) ma anche per la presenza di preziose testimonianze dell’arte rupestre primitiva. Numerose spedizioni hanno esplorato nel corso degli anni il Tadrart Acacus scoprendo rilevanti testimonianze di arte rupestre.

Giornata dedicata alla scoperta del sito di Moul n’Aga dove le dune accerchiano enormi falesie e spirali di sabbia sembrano inghiottire torri di arenaria. In questo anfiteatro di dune disseminato di castelli di arenaria, che si accende di colori stupendi nella luce del tramonto e al sorgere dell’alba, poseremo il campo per la notte.
Pensione completa.

5° Giorno, le dune rosse di Tin Merzouga

L’area del Tadrart, che nella lingua dei tuareg significa “la montagna”, è un vero labirinto che il lavoro millenario dell’erosione ha modellato in forme sontuose e sorprendenti. Qui il Sahara si manifesta in tutta la sua bellezza, nella geometria di forme, nei suoi silenzi.

In questa giornata ci aggireremo tra immensi canyon dove si innalzano falesie smerigliate dalla sabbia e dal vento, dune dai caldi riflessi arancione od ocra che vanno all’assalto di speroni di roccia. Percorrendo un paesaggio mozzafiato raggiungeremo Tin Merzouga, letteralmente “la duna che parla”. E infatti qui le dune, altissime, fulve, ci riservano uno degli spettacoli più indimenticabili specialmente al tramonto. Campo nella cornice di alte dune.
Pensione completa.

6° Giorno, Tadrart Acacus: le gole di In Djerane e arte rupestre

Da Tin Merzouga penetreremo all’interno dell’oued In’Djerane seguendo i meandri del fiume fossile tra gole profonde, muraglie di roccia modellate dall’erosione e traforate da una miriade di caverne, sabbie dai colori smaglianti che creano contrasti cromatici di grande bellezza.

Nel letto di questo oued, andremo alla scoperta di una zona ricchissima di grotte e pitture rupestri intatte, immagini preistoriche che ci riconducono alla vita e all’ambiente del Sahara in epoche lontane, quando il clima permetteva il prosperare della savana e di macchie di boscaglia. Sistemazione al campo.
Pensione completa.

7° Giorno, Tadrart Acacus – i faraglioni di Tagharghart e “le mucche che piangono”

In mattinata, dopo aver visitato altre stazioni di arte rupestre lasciamo l’oued In Djerane per proseguire in direzione nord ovest. Abbandoniamo quindi la strada asfaltata per dirigerci nelle distese del deserto e raggiungere, ai margini delle dune dell’Erg d’Admer, il sito di Tagharghart, che si staglia con i suoi imponenti faraglioni rocciosi, su cui sono incisi splendidi graffiti, famosi quelli delle “vacche che piangono”. Sistemazione al campo.
Pensione completa.

8° Giorno, Tagharghart – la guelta di Essendilene

Costeggiando in direzione nord la distesa di dune dell’erg d’Admer, che si staglia ad ovest come una muraglia, raggiungiamo l’oued Essendilene, che si incunea tra i rilievi rocciosi del Tassili N’Ajjer.
Lasciamo i fuoristrada e percorriamo a piedi uno stretto canyon che ci condurrà tra oleandri, acacie e tamerici, ad una sorgente che forma uno specchio d’acqua incastonato tra vertiginose pareti.
Sistemazione al campo.
Pensione completa.

9° Giorno, Essendilene – Tikabaouine – Djanet

Concluderemo il viaggio in uno dei più bei angoli del Sahara. A Tikabaouine ci attende una splendida distesa di colonne di arenaria tra corridoi di sabbia finissima che rendono il paesaggio surreale. Dopo il pranzo raggiungeremo Djanet. All’arrivo camere a disposizione sino al trasferimento in aeroporto in tarda serata.
Pensione completa.

10° Giorno, Algeri – Italia

A tarda notte partenza con il volo per Algeri. Arrivo all’alba. Attesa in aeroporto e partenza con il volo di rientro in Italia.

I vostri alberghi:

Sistemazione in hotel 4 stelle ad Algeri, in albergo semplice a Djanet con servizi privati. Durante il circuito nel deserto sistemazione in tenda a due posti tipo igloo nei campi allestiti di volta in volta dall’organizzazione. Nelle oasi le strutture sono in genere semplici. Disagi dovuti a carenze nella manutenzione possono verificarsi ovunque.

Mezzi di trasporto:

Vetture fuoristrada equipaggiate per i circuiti nel deserto (4 passeggeri per auto più l’autista).

Da sapere:

Il viaggio non comporta lunghi trasferimenti, le camminate sono facili e sono sempre facoltative. La sistemazione in tenda al campo e in hotel modesto a Djanet implica la rinuncia alle comodità cui siamo abituati. Un viaggio anche breve nel deserto richiede sempre spirito di adattamento. I pasti durante la sistemazione al campo sono preparati da un cuoco dell’organizzazione. Il pranzo come d’abitudine nei circuiti di questo genere, è tipo picnic, piuttosto frugale. La cena è il pasto caldo della giornata. Si cena sotto le stelle con tavolo e sedie.

Quando partire:

La stagione climaticamente più indicata va da ottobre ad aprile. I mesi centrali invernali (dicembre e gennaio) sono i più freddi, la temperatura oscilla tra i 15/20 °C di giorno e i 5/9 °C di notte con punte che possono avvicinarsi anche allo zero. Nei mesi autunnali e primaverili le massime raggiungono i 25/30 °C, le minime si aggirano sui 15°C.

IMPORTANTE

Per affrontare in modo più consapevole il viaggio e partire informati in modo corretto ed approfondito, raccomandiamo di leggere con estrema attenzione la sezione“Viaggiare in Africa”.

Partenze di gruppo

Quote individuali base 10/15 partecipanti con assistenza di un accompagnatore dall’Italia

Partenze – In doppia – Supplemento singola

Dal 26 Dicembre al 4 Gennaio 2017 – € 2200,00 – € 100,00

Dal 2 all’11 Marzo 2018 – € 2100,00 – € 100,00
Dal 9 al 18 Novembre 2018 – (*) € 2100,00 – € 100,00
Dal 28 Dicembre al 6 Gennaio 2018 – (*) € 2200,00 – € 100,00

( * ) quote e date sono soggette a riconferma. Rivolgersi ai nostri uffici.
Quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide sino al 31/05/18
Assicurazione obbligatoria non inclusa: vedere le coperture assicurative.

La quota comprende: 

– I passaggi aerei internazionali con voli di linea Air Algeri da/per Roma (classe di prenotazione H: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 23 kg di franchigia bagaglio

– Tutti i trasferimenti in fuoristrada

– Sistemazione in hotel indicati precedentemente

– I pasti dettagliati nel programma

– Visite ed escursioni come da programma

– Ingressi durante le visite guidate

– Assistenza di personale locale qualificato e di guida locale parlante italiano

– Assistenza di accompagnatore dall’Italia a partire da 10 partecipanti.

 

La quota non comprende:

– Visto di ingresso in Algeria (Euro 140)

– Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 120 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco

– Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

 

 

 

 

 

Richiedi Informazioni

Per maggiori informazioni su questo pacchetto o per qualsiasi tipo di soluzione personalizzata,
non esitare a contattarci e ti risponderemo subito.

Tel: 0422 541493 Mail: info@fuoriclasseviaggi.it

Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

Contatti