• Italiano
  • English

Giappone

Giappone

 

Hokkaido e il Festival della Neve 

I colori dell’inverno giapponese

 

Dal 04 Febbraio al 16 Febbraio 2018

13 Giorni/12 Notti

Partenza speciale : 04 Febbraio 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Cose senza memoria, neve fresca e piccoli salti di scoiattolo.”

La neve nella tradizione poetica giapponese dello haiku è, con la luna e il fiore, uno degli elementi estetici fondamentali. Nella visione religiosa la neve proviene dal Paradiso di Buddha ed è un segno di buon auspicio. Dove è abbondante e segna il paesaggio per molti mesi, la neve diventa un’occasione di festa, gioco e piacere estetico. 

Proprio in Hokkaido nelle prime due settimane di febbraio si svolge l’evento più atteso dell’anno, meta del nostro viaggio, il Yuki Matsuri, il Festival della Neve: nel parco della capitale Sapporo e presso Asahikawa, nel cuore settentrionale della regione, vengono create gigantesche sculture e architetture di ghiaccio, decorate e illuminate in modo spettacolare. La costruzione più grande può arrivare fino a 40 metri di altezza e impegnare mille artigiani del freddo.

 L’isola di Hokkaido è vulcanica come tutto il Giappone, è sempre possibile rilassarsi con un bagno caldissimo e tonificante all’aperto, nel paesaggio innevato. Come a Noboribetsu, una delle località termali più note del Giappone, nel ryokan tradizionale che offre vasche con acque diverse per proprietà terapeutiche e colori… Un itinerario originale e inedito che non trascura le attrazioni classiche del Paese. Asahikawa è fin dai tempi antichi uno dei più importanti centri di insediamento degli Ainu, gli abitanti autoctoni del Giappone ed è stata la prima stazione sciistica del Paese vantando così una lunga consuetudine e familiarità con la neve e la bellezza dell’inverno. Curiosa e divertente sarà pure la passeggiata sotto le cascate ghiacciate per le vie della cittadina di Sounkyo; una vera celebrazione della stagione più fredda ma non meno accogliente! 

Altra meravigliosa immersione nella natura alle terme di Kawayu, dove il bagno termale è circondato da un bosco di conifere e attorno al lago Akan, sulle cui rive l’esperienza delle sabbiature calde sarà indimenticabile.

 A Rausu, un’escursione in barca ci porterà a vedere l’aquila di Steller, la specie più grande del genere Haliaeetus che dalla Siberia migrano in Hokkaido in questa stagione. Un’altra emozionante occasione per ammirare la gru simbolo del Giappone sarà a Tsurui nel Santuario Naturalistico di Tancho. 

Il Giappone è il Paese dei contrasti e dopo gli spazi sconfinati e incontaminati del nord, rientreremo a Tokyo, nella capitale più affollata e frenetica del mondo, ma non meno suggestiva e piena di stimoli e attrazioni.

 

In sintesi:

Giappone- Hokkaido e Festival della Neve

Dal 04 al 16 Febbraio 2018

Kel12- Con esperto Kel12

Voli inclusi

 

Itinerario:

 

1° Giorno, Partenza Dall’Italia con arrivo il giorno successivo

Partenza da Milano Malpensa per Sapporo con voli di linea via Pechino o Hong Kong, secondo la compagnia aerea riconfermata. Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno, Arrivo a Sapporo e trasferimento in albergo

Nel pomeriggio arrivo all’aeroporto di New Chitose a Sapporo, nell’Hokkaido.
Trasferimento in albergo con pullman privato (durata circa un’ora e mezza). Il check-in è previsto a partire dalle ore 15.00.
Cena in ristorante, pernottamento in albergo.

3° Giorno, Sapporo e il Festival della Neve

Sapporo è la capitale di Hokkaido che sorge sulla pianura Ishikari, attraversata dal fiume Toyohira. Nel cuore di Sapporo si trova il Parco Odori dove si svolge l’evento più atteso dell’anno, il Yuki Matsuri o Festival della Neve. Vengono create gigantesche sculture e architetture di ghiaccio, decorate e illuminate in modo spettacolare. Le numerose costruzioni di ghiaccio riproducono palazzi, monumenti e personaggi famosi in tutto il mondo. La costruzione più grande può arrivare fino a 40 metri di altezza e impegnare mille artigiani del freddo.
Qui visiteremo inoltre il mercato del pesce Nijo con i prodotti ittici tipici della regione oltre alla Clock Tower, simbolo della città.
Pranzo e cena in ristorante.
(Le visite di questa giornata si svolgono a piedi o con mezzi pubblici).

4° Giorno, Partenza per la cittadina termale di Noboribetsu (75 km, circa 2 ore )

Al mattino partenza per Noboribetsu con pullman privato.
La giornata è dedicata alla visita di questa cittadina famosa per le sue terme ed include il Noboribetsu Bear Park, che ospita 160 esemplari di orso bruno, il Noboribetsu Jigokudani , dove undici fonti particolarmente ricche di zolfo, allume e radio sgorgano da questa “valle dell’Inferno”, già antico luogo di eruzioni vulcaniche. Infine Noboribetsu Date Edo Park, parco a tema storico che ricrea l’ambiente locale durante il periodo di Edo.
Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in ryokan (sistemazione nelle camere prevista dalle ore 17).

5° Giorno, Noboribetsu – Asahikawa e il Festival della Neve (240 Km, 4 ore circa)

Dopo la prima colazione partenza con pullman privato per Asahikawa, anticamente uno dei più importanti centri di insediamento degli Ainu, gli abitanti autoctoni del Giappone. E’ stata la prima stazione sciistica del Paese vantando così una lunga consuetudine e familiarità con la neve e la bellezza dell’inverno. Anche qui avremo modo di osservare le gigantesche sculture e architetture decorate e illuminate.
La visita di Asahikawa verrà effettuata a piedi.
Il check-in in albergo è previsto alle ore 14.00.
Pranzo e cena in ristorante.

6° Giorno, Partenza per Sounkyo per ammirare il Festival del Ghiaccio e proseguimento Kawayu Onsen

Giornata dedicata all’escursione a Sounkyo. Si parte con pullman privato (circa un’ora e mezza), si sale al Monte Kuradake con la funivia per ammirare lo splendido paesaggio montano e poi si procede per Sounkyo, dove ci attende un altro spettacolare festival del ghiaccio con sculture formate da cascate ghiacciate e illuminate attraverso le quali si può addirittura passeggiare. Al termine proseguimento per Kawayu Onsen, per riscaldarsi in una accogliente fonte termale.
Pranzo al sacco lungo il percorso.
Cena e pernottamento in ryokan.

7° Giorno, Viaggio verso il Parco nazionale di Akan e arrivo a Rausu

Ci dirigiamo verso i bellissimi laghi del Parco Nazionale di Akan: il lago Mashu ed il lago Akan, tra i più belli tutto l’Hokkaido. Il paesaggio tra vulcani, laghi e foreste è spettacolare.
Oggi avremo modo di fare un’esperienza unica! Il bagno caldo nella sabbia! L’intensa attività geotermica ha infatti reso quest’area rinomata per le sue terme ed i suoi trattamenti come, per esempio, i bagni di sabbia. Le terme di solito sono poste nei pressi di sorgenti di acqua calda, che lasciano filtrare nella sabbia il vapore. La sabbia raggiunge così temperature molto alte, condizione ottimale per massimizzare gli effetti benefici delle sabbiature. La particolarità dei bagni di sabbia è che d’estate donano sollievo dal calore e d’inverno riscaldano.
Nel pomeriggio proseguimento in pullman privato per Rausu (tre ore e mezza) e sistemazione in un semplice ma accogliente albergo-ryokan, dove sono previsti la cena ed il pernottamento (pranzo al sacco lungo il percorso).

8° Giorno, Rausu: escursione in barca per vedere l’aquila di Steller

Oggi a Rausu un’escursione in barca ci porterà a vedere l’aquila di Steller, la specie più grande del genere Haliaeetus che dalla Siberia migra in Hokkaido in questa stagione. In media questa è la specie di aquila più grande al mondo, pesa da 5 a 9 Kg ed è riconoscibile per il suo becco giallo.
In inverno, le aquile di mare Steller insieme alle aquile dalla coda bianca cacciano i merluzzi fra gli iceberg del Pacifico lungo il Mare di Okhotsk arrivando verso lo Stretto di Nemuro, proprio attorno alle prime due settimane di febbraio.
Tempo libero nel pomeriggio.
Pranzo al sacco, cena e pernottamento in semplice pensione.

9° Giorno, Partenza per Kushiro, cittadina situata sulla costa meridionale di Hokkaido

Al mattino partenza in direzione Kushiro con pullman privato (circa tre ore e mezza). Kushiro è una cittadina situata sulla costa meridionale di Hokkaido.
Nel pomeriggio visita aIl’ Akan internazionale Crane Center, museo, centro di allevamento e santuario dove le gru si possono vedere tutto l’anno. Un interessante visita per capire la storia e l’evoluzione delle gru dalla corona rossa.
Al termine sistemazione in albergo a Kushiro.
Pranzo al sacco lungo il percorso. Cena e pernottamento in albergo.

10° Giorno, Partenza per Tsurui per ammirare la gru dalla corona rossa, ritorno a Kushiro e volo
per Tokyo

Partenza per Tsurui con pullman privato (un’ora circa), dove ci sarà l’opportunità di ammirare la gru, simbolo del Giappone, nel Santuario Naturalistico di Tancho.
Le gru, dalla corona rossa, sono considerate simbolo di felicità e di lunga vita, sono alte fino a 1,4 metri ed hanno un’apertura alare di due metri. D’inverno volano fino a nord di Kushiro, cantano e danzano inaugurando la stagione dell’amore.
Al termine trasferimento all’aeroporto di Kushiro e volo per Tokyo.
Pranzo in aeroporto. Cena in ristorante e pernottamento in albergo.

11° Giorno, Tokyo, una delle metropoli più importanti al mondo dove convivono antiche culture e “caos ordinato” di una grande città

Giornata dedicata alla visita della città.
Tokyo “capitale orientale”, in quanto più ad oriente rispetto alla precedente capitale imperiale Kyoto, si trova nella regione del Kanto sull’isola di Honshu. E’ una città fatta di numerosi nuclei urbani sviluppatisi intorno ad una stazione ferroviaria. La capitale giapponese è uno sterminato assembramento di quartieri, ognuno avente un proprio centro, che è solitamente la sua maggiore stazione ferroviaria. Ecco perché non si può parlare del “centro di Tokyo” se non da un mero punto di vista geografico: Tokyo ha tanti centri quante sono le sue grandi stazioni, che fungono da luogo d’incontro, di socializzazione, ma anche di shopping e di ristorazione.
Si visiterà il Parco Ueno con il suo interessante museo nazionale e Asakusa, storico quartiere della città ricco di templi e non particolarmente caotico che conserva il fascino della vecchia Tokyo. Ad Asakusa si visiterà il tempio di Senso-ji (conosciuto come Asakusa Kannon), forse l’unico santuario buddhista, che si raggiunge attraversando l’animata via pedonale Nakamise-dori. Di fronte al tempio di Senso-ji troviamo Asakusa-jinja, tempio shintoista, una testimonianza di come in Giappone i due culti convivano in maniera pacifica.
Infine visita al Palazzo del Governo Metropolitano di Tokyo, chiamato anche Palazzo di Tokyo o Tocho, fino al 2006 era considerata la struttura più alta della città; nelle giornate più terse, si può godere di una vista che si estende dal monte Fuji fino alla baia di Tokyo.
Pranzo libero e cena in ristorante.
L’ordine delle visite previste a Tokyo può subire modifiche.

12° Giorno, Continuano le visite di Tokyo ed nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo di rientro

Prima colazione in hotel.
Un’altra mezza giornata dedicata a Tokyo. Si visiterà il santuario Meiji, il più importante santuario scintoista di Tokyo che risale al 1920 e la zona centrale di Shibuya con il grande viale Omotesando, il tempio della moda giapponese.
Pasti liberi.
Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro a Milano via Pechino o via Hong Kong, secondo la compagnia aerea riconfermata.
L’ordine delle visite previste a Tokyo può subire modifiche.

13° Giorno, Arrivo a Milano

Al mattino arrivo a Milano Malpensa.

 

Prima della partenza

Bene a sapersi: 

– I dettagli degli hotel e l’ordine delle visite verranno riconfermati un mese prima della partenza.
– Il clima in Hokkaido a febbraio è secco ma piuttosto freddo e nevoso a causa delle correnti provenienti dalla Siberia. Le temperature possono scendere anche sotto lo zero. Questo viaggio però è l’occasione per ammirare i templi innevati e le meravigliose sculture e architetture di ghiaccio.
– Per effettuare questo tour utilizziamo quasi sempre il bus privato. In qualche occasione utilizziamo i mezzi pubblici oppure il treno.
– Le sistemazioni alberghiere sono di buon livello, sono previsti alberghi di categoria 4 stelle a Sapporo, Noboribetsu, Kushiro e Tokyo, di categoria 3 stelle ad Asahikawa e semplici alberghi/ryokan nelle rimanenti località. Segnaliamo che la sistemazione in doppia è prevista in camere a due letti separati, le camere matrimoniali sono sconsigliate in quanto più piccole. Generalmente tutte le camere in Giappone sono di dimensioni ridotte.
– Il Ryokan, l’albergo in stile tradizionale giapponese, ha il pavimento (tatami) fatto d’erba secca intrecciata su cui si posa il “futon”, il letto tradizionale. Qualche volta dispongono anche di camere con letti in stile occidentale.
– C’è wifi gratuito in quasi tutti gli alberghi.
– Sono previsti pasti tipici giapponesi ad eccezione di alcuni di tipo occidentale (alcuni tipi di allergie o intolleranze alimentari sono difficilmente gestibili in Giappone e non sempre si possono garantire pasti alternativi).
– Gli Onsen, i bagni termali giapponesi, hanno acque di origine vulcanica alle quali vengono attribuite proprietà curative, grazie al loro contenuto di minerali (vi si accede senza indumenti – la maggior parte degli Onsen non accettano persone tatuate). Chi lo desidera avrà l’occasione di provare questa piacevole esperienza in varie occasioni nei giorni in cui è prevista la sistemazione in ryokan.
– Le mance non sono incluse nella quota di partecipazione. Prevedere 80 euro a persona da dividere tra autisti, guide, facchini e personale in generale.


Importante

Per questioni operative, di forza maggiore o scelte del corrispondente l’itinerario potrebbe subire variazioni pur mantenendo le località da visitare e gli hotel potrebbero essere sostituiti con strutture ricettive di pari qualità.

Quota Individuale di partecipazione da Milano

Minimo 10 partecipanti € 6,150.00

Con Esperto Kel 12.

Massimo 16 partecipanti

Supplementi per persona

Supplemento singola € 1,050.00

Tasse aeroportuali/fuel surcharge € 355.00

Prezzo Bloccato € 175.00

Prezzo Bloccato Singola € 200.00

Quota di gestione pratica € 80.00

Scheda Tecnica

A) Ogni nostro programma di viaggio riporta il tasso di cambio utilizzato per il calcolo delle quote e la percentuale pagata in valuta estera. Ogni programma di viaggio riporta altresì la validità dello stesso.

B) Le modalità e le condizioni di sostituzione del viaggiatore sono disciplinate dall’art. 39 del Codice del Turismo.

C) Richieste di variazioni alle pratiche o ai servizi già confermati potrebbero comportare costi aggiuntivi.

D) Al viaggiatore che receda dal contratto di viaggio prima della partenza, al di fuori delle ipotesi elencate al comma 1 dell’art. 10 delle condizioni generali di contratto di viaggio o nel caso previsto dall’art. 7 comma 2, indipendentemente dal pagamento dell’acconto di cui art. 7 comma 1, sarà addebitato l’importo della penale nella misura indicata qui di seguito:

– 10% fino a 45 giorni di calendario prima della partenza;

– 20% da 44 a 31 giorni di calendario prima della partenza;

– 30% da 30 a 18 giorni di calendario prima della partenza;

– 50% da 17 a 10 giorni di calendario prima della partenza;

– 75% da 9 giorni di calendario a 3 giorni lavorativi (escluso comunque il sabato) prima della partenza;

– 100% dopo tali termini.

Salvo diverse indicazioni presenti nel programma di viaggio.

Nessun rimborso sarà accordato a chi non si presenterà alla partenza o rinuncerà durante lo svolgimento del viaggio stesso. Rimarrà sempre a carico del viaggiatore il costo individuale di gestione pratica, il corrispettivo di coperture assicurative ed altri servizi eventualmente già resi. Il calcolo dei giorni per l’applicazione delle penali di annullamento inizia il giorno successivo alla data di comunicazione della cancellazione e non include il giorno della partenza. La copertura assicurativa è un prerequisito alla conclusione del contratto.

Assicurazione

Ciascun passeggero all’atto della prenotazione sarà tenuto ad effettuare il pagamento del premio assicurativo relativo al costo individuale del viaggio, cosi come determinato dalla tabella premi seguente:
Costo individuale del viaggio fino a – Premio individuale

€ 1.000,00 – € 31,00

€ 2.000,00 – € 63,00

€ 3.000,00 – € 94,00

€ 4.000,00 – € 125,00

€ 5.000,00 – € 156,00

Oltre € 5.000,00 sull’eccedenza – 3%

Le condizioni di polizza sono riportate sul catalogo Kel12 e riguardano sia l’assicurazione medico-bagaglio che l’assicurazione che copre dal rischio delle penali di annullamento. Il possesso dell’assicurazione è requisito indispensabile per l’effettuazione del viaggio. Questi prezzi sono ancorati al rapporto di cambio (1 euro = 130 YEN) e possono essere soggetti ad adeguamento valutario (valgono le condizioni di vendita da catalogo). La percentuale delle quote pagate in valuta estera è del 55% del prezzo del viaggio.

Prenota Senza Pensieri. Tutela il prezzo del viaggio da eventuali adeguamenti valutari.

Modalità:

– In fase di prenotazione dovrai comunicare la volontà di aderire al “Prezzo bloccato”;

– Potrai così conoscere da subito l’importo forfettario richiesto a copertura dell’adeguamento valutario, che normalmente viene comunicato fino a 21 giorni prima della partenza; 

– Ovviamente il “Prezzo bloccato” è facoltativo. Decidendo di non aderire, gli eventuali adeguamenti ti verranno comunicati fino a 21 giorni dalla partenza;

– Il Blocco Prezzi può essere applicato solo alle prenotazioni effettuate fino a 45 giorni prima della partenza.

LA QUOTA COMPRENDE

– Volo di linea in classe economy Milano-Sapporo-Tokyo-Milano via Pechino o Hong Kong, secondo la compagnia aerea riconfermata

– Trasferimenti da/per gli aeroporti all’estero

– Volo interno Kushiro -Tokyo

– Trasporti interni in pullman privato, treno e mezzi pubblici ove necessario

– Sistemazione in camera a due letti in alberghi 3***/4**** e ryokan

– Trattamento di pensione completa (mediamente prima colazione negli alberghi, pranzi e cene in ristoranti), esclusi alcuni pasti come da programma

– Visite ed escursioni come da programma con guida locale che parla italiano

– Accompagnatore esperto della cultura giapponese al raggiungimento del numero minimo di partecipanti indicato

– Ingressi, tasse e percentuali di servizio

LA QUOTA NON COMPRENDE

– Bevande

– Mance

– Facchinaggio negli aeroporti

– Facchinaggio (normalmente in pochi alberghi è previsto questo servizio)

– Eventuali tasse d’imbarco estere da pagare in uscita dal Paese

– Tasse aeroportuali, fuel surcharge

– Extra personali in genere e quanto non espressamente indicato nel programma e al paragrafo “la quota comprende”

Informazioni pratiche Giappone

Documenti per l’espatrio

Passaporto: necessario, validità minima di 6 mesi dalla data di rientro in Italia. Al momento dell’ingresso nel Paese bisogna essere in possesso anche del biglietto aereo di ritorno. A partire dal 20 novembre 2007 è entrata in vigore la nuova legge sull’immigrazione che prevede nuove misure di controllo applicabili agli stranieri in entrata nel Paese: Immigration Control and Refugee Recognition Act”. In base a detta procedura, tutti i cittadini stranieri che giungeranno in Giappone dovranno fornire, al momento dello sbarco, i propri dati biometrici (impronte digitali e fotografia facciale). Coloro che si rifiuteranno di fornire tali dati verranno rimpatriati con il primo volo disponibile. Sono escluse dall’applicazione di questa procedura esclusivamente le seguenti categorie: 1) i residenti permanenti speciali; 2) i minori di 16 anni; 3) chiunque svolga un’attività che ricada sotto lo status di “residence for diplomat or official”; 4) chi sia invitato dal titolare di un Ministero giapponese; 5) chi venga indicato, con un’ordinanza del locale Ministero della Giustizia, come equivalente alle categorie di cui al punto 3) o 4). Per maggiori informazioni relative alla validità del passaporto, fare riferimento al sito del Ministero degli Affari Esteri : www.viaggiaresicuri.it

Visto di ingresso: i cittadini italiani possono recarsi in Giappone senza visto per motivi di turismo e per un massimo di 90 giorni di permanenza

Formalità valutarie e doganali: nessuna in particolare. Non vi è limite all’importazione e all’esportazione di valuta, ma è obbligatorio dichiarare alla dogana la somma superiore ad un milione di Yen. Le maggiori carte di credito sono accettate, mentre i bancomat potrebbero non essere utilizzabili. Si suggerisce di contattare la propria banca prima di partire, per evitare spiacevoli inconvenienti. Attualmente gli unici bancomat utilizzabili sono quelli che riportano la dicitura “CIRRUS”. È possibile utilizzarli negli uffici postali locali. Divieto di importazione: Armi da fuoco e munizioni, insaccati (ad esclusione di quelli in tetrapack in vendita nei duty free shops delle aree transito), merci alimentari facilmente deperibili (quali ad esempio frutta fresca).

Fuso orario

+8h rispetto all’Italia; +7h quando in Italia vige l’ora legale.

Disposizioni sanitarie

Non è fatto obbligo di alcuna vaccinazione. Si consiglia di mettere in valigia i medicinali di uso abituale e quelli di prima necessità come disinfettanti, cerotti, aspirine, antinevralgici e disinfettanti intestinali. L’assistenza sanitaria in generale è molto buona. I medici locali sono preparati e gli ospedali ben organizzati. Si riscontrano tuttavia difficoltà a reperire medici e personale paramedico in grado di parlare lingue straniere. I costi sono molto elevati, pertanto si consiglia di stipulare un’assicurazione facoltativa che aumenti il massimale di rimborso.

Clima e abbigliamento

L’ampiezza dell’arcipelago giapponese comporta differenze climatiche di notevole rilevanza tra le diverse regioni che lo compongono: tuttavia in gran parte il clima è di tipo mediterraneo-temperato, particolarmente sensibile tuttavia al regime dei monsoni. La stagione migliore è senza dubbio la primavera (aprile e maggio), con un clima temperato e una temperatura mite (intorno ai 25° nella zona di Tokyo); ma ottimo è anche l’autunno (ottobre e novembre), che presenta una temperatura media di 15-20° e una piovosità molto limitata. Nel mese di giugno inizia la stagione delle piogge, con frequenti tifoni in particolare nella parte più meridionale del paese; da metà luglio invece scoppia l’estate, con temperature che toccano di regola i 37-38° e livelli di umidità elevatissimi. L’inverno più rigido si presenta a partire da dicembre in particolare nella zona di Hokkaido e nell’Honshu settentrionale. Nell’Honshu centro meridionale la temperatura media si attesta sui 5°, mentre nelle isole di Kyushu e Okinawa rimane caldo e secco.

Telefono

Prefisso telefonico per l’Italia: per effettuare una chiamata internazionale dal Giappone in Italia da telefono fisso, il numero da comporre prima del prefisso internazionale (39) varia a seconda della compagnia che si intende utilizzare (in Giappone le compagnie private sono moltissime). I prefissi più utilizzati sono: 001+39; 061+39; 0033010+39 seguiti dal numero telefonico italiano comprensivo di prefisso. Anche per quel che riguarda i telefoni cellulari, il numero da comporre prima del prefisso internazionale varia a seconda della compagnia utilizzata (le più comuni sono DOCOMO, Vodafone e AU). E’ quindi necessario prendere informazioni in merito presso i punti vendita del cellulare acquistato o noleggiato. Prefisso telefonico dall’Italia: 00 81 + il prefisso della città senza lo 0 + il numero di telefono.

Rete cellulare

In Giappone funzionano solo i telefoni cellulari di ultima generazione. Si consiglia di effettuare una verifica con il proprio gestore di telefonia mobile prima della partenza. In Giappone è possibile utilizzare la scheda SIM italiana noleggiando un apparecchio telefonico cellulare locale al momento dell’arrivo nel Paese in uno dei negozi di telefonia mobile presenti nei principali aeroporti. Per le schede SIM della TIM occorre recarsi allo stand DOCOMO (solo i negozi DOCOMO presenti negli aeroporti internazionali forniscono tale servizio). Per le schede della VODAFONE occorre recarsi all’omonimo stand. Si suggerisce di effettuare una prenotazione via internet per accertare la disponibilità degli apparecchi. Per quanto riguarda le schede SIM della WIND, c’è la possibilità di farsi recapitare il telefono cellulare direttamente in Italia prima della partenza, dopo aver avviato la relativa procedura attraverso il sito web WIND. Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Wind.

Cucina

La cucina giapponese è una vera e propria arte che presta molta attenzione non solo ai gusti, ma anche all’aspetto nutrizionale ed alla presentazione visiva. Le specialità più apprezzate sono il sushi (fettine di pesce crudo servite su polpettine di riso), il tempura (una frittura leggerissima e gustosa di verdure e frutti di mare) ed il sukiyaki (carne di vitello cotta in una salsa di soia delicatissima).

Acquisti

Tutti sanno che il Giappone è la patria dell’elettronica e dell’ottica, ma vi si trovano anche pregevolissime perle, artigianato in bamboo, bambole, ventagli, abbigliamento tradizionale (kimono), lacca, seta.

Corrente elettrica

Tensione: 100 V

Frequenza: 50/60 Hz

Note: La parte est usa 50 Hz (Tokyo, Kawasaki, Sapporo, Yokohoma e Sendai); la parte ovest usa 60 Hz (Osaka, Kyoto, Nagoya, Hiroshima).

Valuta

La valuta locale è lo Yen

Informazioni generali

NORME E SUGGERIMENTI RELATIVI AL VOLO

Biglietto aereo

Desideriamo portare alla vostra attenzione, che dal 1 giugno 2008, in conformità con le disposizioni IATA (International Air Transport Association: associazione internazionale che rappresenta 240 compagnie aeree e il 94% del traffico aereo internazionale di linea), non si potranno più emettere biglietti aerei cartacei. Questi documenti di viaggio sono stati sostituiti dai biglietti elettronici, gli e-tkt, che garantiscono il metodo più efficiente di emissione e gestione del trasporto aereo, migliorando inoltre il servizio per i viaggiatori. Cos’è un biglietto elettronico? Un biglietto elettronico (e-ticket o ET) contiene in formato elettronico tutte le informazioni che prima venivano stampate sul biglietto cartaceo. L’unico foglio di cui si ha bisogno è “l’itinerary receipt” (in formato A4) che vi verrà consegnato assieme ai documenti di viaggio e che rappresenta la ricevuta del passeggero e la conferma dell’avvenuta emissione del biglietto aereo. Riporta tutti gli estremi dettagliati dei voli prenotati per vostro conto, il codice di conferma del vettore aereo, il numero di biglietto elettronico emesso e i vostri nominativi come dapassaporto. Questo documento dovrà essere custodito con cura e presentato direttamente al banco di accettazione del volo. E’ importantissimo che al momento della prenotazione comunichiate il vostro nome esatto come da passaporto (anche secondo nome o cognome se li avete). 

Articoli consentiti in cabina (bagaglio a mano):

– un bagaglio a mano la cui somma delle dimensioni (lunghezza + altezza + profondità) non superi complessivamente i 115 cm (come previsto dal DM 001/36 del 28 gennaio 1987)

– una borsetta o borsa porta-documenti o personal computer portatile

– un apparecchio fotografico, videocamera o lettore di CD

– un soprabito o impermeabile

– un ombrello o bastone da passeggio

– un paio di stampelle o altro mezzo per deambulare

– articoli da lettura per il viaggio

– culla portatile/passeggino e latte/cibo per bambini, necessario per il viaggio

– articoli acquistati presso i “duty free” ed esercizi commerciali all’interno dell’aeroporto e sugli aeromobili

– medicinali liquidi/solidi indispensabili per scopi medico-terapeutici e dietetici strettamente personali e necessari per la durata del viaggio. Per quanto riguarda i predetti medicinali liquidi è necessaria apposita prescrizione medica

– liquidi, contenuti in recipienti individuali di capacità non superiore a 100 millilitri o equivalente (es. 100 grammi), da trasportare in una busta/sacchetto/borsa di plastica trasparente, richiudibile, completamente chiusa, di capacità non eccedente 1 litro (ovvero di dimensioni pari, ad esempio, a circa cm 18 x 20) separatamente dall’altro bagaglio a mano.

Nota: i liquidi in questione comprendono acqua e altre bevande, minestre, sciroppi, creme, lozioni e oli, profumi, spray, gel, inclusi quelli per i capelli e per la doccia contenuto di recipienti sotto pressione, incluse schiume da barba, deodoranti, sostanze in pasta, incluso dentifricio, miscele di liquidi e solidi, mascara, ogni altro prodotto di analoga consistenza. Per busta di plastica/sacchetto trasparente richiudibile deve intendersi un contenitore che consente di vedere facilmente il contenuto, senza che sia necessario aprirlo e che sia dotato di un sistema integralmente sigillante, come zip oppure chiusure a pressione o comunque una chiusura che dopo essere stata aperta possa essere richiusa.

E’ raccomandabile includere nel bagaglio a mano l’occorrente per la notte e un golf, utili in caso di ritardata consegna del bagaglio all’arrivo. Attenzione invece a non includere coltellino multiuso, forbicine, tagliaunghie, ecc.

Bagaglio da spedire a seguito del passeggero

Si consiglia l’uso di lucchetto e di mettere un’etichetta con proprio nome e recapito anche all’interno del bagaglio. Preghiamo leggere le informazioni date in ogni itinerario poiché le disposizioni spesso sono diverse e limitano ulteriormente il peso per motivi di sicurezza; se si superano i limiti imposti, questo può comportare un costo elevato.

Articoli vietati nel bagaglio

E’ vietato il trasporto nella stiva dei seguenti articoli:

– esplosivi, fra cui detonatori, micce, granate, mine ed esplosivi

– gas compressi (infiammabili, non infiammabili, refrigeranti, irritanti e velenosi) come i gas da campeggio, bombolette spray per difesa personale, pistole lanciarazzi e pistole per starter

– sostanze infiammabili (liquide e solide) compreso alcool superiore a 70 gradi; sostanze infettive e velenose

– sostanze corrosive, radioattive, ossidanti o magnetizzanti

– congegni di allarme

– torcia subacquea con batterie inserite

Modalità di reclamo:

In caso di MANCATA RICONSEGNA/DANNEGGIAMENTO del bagaglio registrato (il bagaglio consegnato al momento dell’accettazione e per il quale viene emesso il “Talloncino di Identificazione Bagaglio”) all’arrivo a destinazione si deve APRIRE UN RAPPORTO DI SMARRIMENTO O DI DANNEGGIAMENTO BAGAGLIO facendo contestare l’evento, prima di lasciare l’area riconsegna bagagli, presso gli Uffici Lost and Found dell’aeroporto di arrivo, compilando gli appositi moduli, comunemente denominati P.I.R – Property Irregularity Report.

SMARRIMENTO DEL BAGAGLIO – Se entro 21 giorni dall’apertura del “Rapporto di smarrimento bagaglio” non fossero state ricevute notizie sul ritrovamento, inviare tutta la documentazione di seguito specificata all’Ufficio Relazioni Clientela e/o Assistenza Bagagli della compagnia aerea con la quale si è viaggiato per l’avvio della pratica di risarcimento.

RITROVAMENTO DEL BAGAGLIO SMARRITO – In caso di ritrovamento del bagaglio, entro 21 giorni dalla data di effettiva avvenuta riconsegna, inviare tutta la documentazione di seguito specificata all’Ufficio Relazioni Clientela e/o Assistenza Bagagli della compagnia aerea con la quale si è viaggiato per l’avvio della pratica di risarcimento delle spese sostenute.

Documentazione necessaria per entrambi i casi:

– il codice di prenotazione del volo in caso di acquisto via internet oppure l’originale della ricevuta in caso di biglietto cartaceo;

– l’originale del P.I.R rilasciato in aeroporto;

– l’originale del talloncino di identificazione del bagaglio e la prova dell’eventuale avvenuto pagamento dell’eccedenza del bagaglio;

– un elenco del contenuto del bagaglio nel caso di bagaglio smarrito;

– un elenco dell’eventuale contenuto mancante nel caso di bagaglio ritrovato;

– gli originali degli scontrini e/o ricevute fiscali nei quali sia riportata la tipologia della merce acquistata (in relazione alla durata dell’attesa) in sostituzione dei propri effetti personali contenuti nel bagaglio;

– indicazione delle coordinate bancarie complete: nome e indirizzo della Banca, codici IBAN, ABI, CAB, numero di C/C, codice SWIFT nel caso di conto estero e nome del titolare del conto corrente; se i suddetti dati non si riferiscono all’intestatario della pratica, specificare anche l’indirizzo di residenza, numero di telefono, numero di fax (se disponibile), l’indirizzo e-mail (se disponibile).

Importante – “Partenze da altre città”

La normativa aerea è estremamente complessa e articolata. Riteniamo quindi doveroso darvi alcune indicazioni, confermandovi che, comunque, tutto lo staff addetto alle prenotazioni resta a disposizione per informazioni, consigli, chiarimenti. Le partenze da “altre città” diverse da quelle pubblicate in catalogo, sono quasi sempre possibili ma, soprattutto se non sono operate dallo stesso vettore della tratta internazionale, seguono disposizioni particolari che è giusto conoscere, anche perché eventuali ritardi/cancellazioni o altro non comportano responsabilità né dei vettori né della Kel12. Eseguiremo tutte le pratiche necessarie per farvi partire nel modo più comodo e dalla città che preferite, ma con le opportune avvertenze e informandovi che, se non esiste un accordo tra la compagnia che opera il volo internazionale e quelle che effettuano la prima tratta, devono essere emessi due biglietti differenti e questo comporta a volte la necessità di un doppio imbarco dei bagagli. Informandovi inoltre che la perdita del volo internazionale non comporta riprotezione, rimborsi o assunzione delle eventuali spese di hotel da parte della compagnia aerea e di Kel 12. In base al Contratto di Trasporto, i vettori faranno il possibile per trasportare i passeggeri e i bagagli con ragionevole speditezza. I vettori possono sostituire senza preavviso altri vettori e l’aeromobile, e possono modificare e omettere, in caso di necessità, le località di fermata indicate sul biglietto. Gli orari possono essere variati e non costituiscono elemento essenziale del contratto. I vettori non assumono responsabilità per le coincidenze.

INFORMAZIONI RELATIVE AL VIAGGIO

Documenti per l’espatrio

Ricordiamo che, considerata la variabilità della normativa in materia, le informazioni relative ai documenti di espatrio sono da considerarsi indicative e riguardano esclusivamente cittadini italiani e maggiorenni. Ogni partecipante è tenuto a controllare personalmente la validità del proprio passaporto (che normalmente non deve scadere entro sei mesi dalla data di ingresso nel paese), la presenza di diverse pagine libere (il numero varia a seconda dell’itinerario scelto e dunque visti necessari). Si consiglia di avere sempre con sé una copia conforme all’originale del passaporto e di eventuali vaccinazioni internazionali, e di tenerle separate dai documenti originali. L’impossibilità per il cliente di iniziare e/o proseguire il viaggio a causa della mancanza e/o dell’irregolarità dei prescritti documenti personali (passaporto, carta d’identità, vaccinazioni, etc.) non comporta responsabilità dell’organizzatore.

MARCA DA BOLLO ABOLITA DAL 24/6/2014

Dal 24 giugno 2014 è abolita la tassa annuale del passaporto ordinario da € 40,29. Pertanto tutti i passaporti, anche quelli già emessi, saranno validi fino alla data di scadenza riportata all’interno del documento per tutti i viaggi, inclusi quelli extra UE, senza che sia più necessario pagare la tassa annuale da € 40,29. Segnaliamo a chi viaggia con minori che posso esserci particolari limitazioni per ciascun paese riguardanti la necessità di avere copia CERTIFICATO di NASCITA, o altri documenti vi preghiamo di verificarlo con largo anticipo prima della partenza

Norme valutarie in Italia

Ai sensi del Reg. CE 1889/2005 del 26.10.2005 (aggiornamento del 15.06.2007) ogni persona fisica in entrata o in uscita dall’Unione Europea ha l’obbligo di dichiarazione in DOGANA delle somme di denaro contante e strumenti negoziabili al portatore trasportati d’importo pari o superiore a 10.000 euro.

Assicurazioni

Per quanto riguarda le disposizioni assicurative vi invitiamo a leggere con attenzione la relativa polizza. In caso di sinistro, malattia o infortunio durante il viaggio, Vi preghiamo di provvedere immediatamente a informare l’assicurazione comunicando il numero indicato nella polizza ricevuta con i documenti di viaggio.

Imprevisti

Gli itinerari pubblicati sono stati elaborati in modo da essere realizzati con puntualità e precisione. Particolari situazioni possono tuttavia determinare variazioni nello svolgimento dei servizi previsti: voli, orari, itinerari aerei e alberghi possono essere modificati a discrezione dei vari fornitori e sostituiti con servizi di pari livello. Il verificarsi di cause di forza maggiore quali scioperi, avverse condizioni atmosferiche, calamità naturali, disordini civili e militari, sommosse, atti di terrorismo e banditismo e altri fatti simili non sono imputabili all’organizzazione. Eventuali spese supplementari sostenute dal partecipante non potranno pertanto essere rimborsate, e non lo saranno le prestazioni che per tali cause dovessero venir meno e non fossero recuperabili. Inoltre l’organizzazione non è responsabile del mancato utilizzo di servizi dovuto a ritardi o cancellazioni dei vettori aerei.

Disservizi

Come indicato nelle Condizioni di Partecipazione, eventuali contestazioni in merito a difformità di prestazioni rispetto a quanto contrattualmente previsto, rilevate in corso di viaggio, dovranno essere riferite quando e se possibile al nostro rappresentante sul luogo. E’ comunque necessaria la notifica scritta a Kel 12 entro 10 giorni dalla data di rientro in Italia. Le eventuali richieste di rimborso relative a servizi non usufruiti saranno documentate da una dichiarazione che richiederete al rappresentate locale, e che attesterà il mancato godimento dei servizi stessi.

Convenzione CITES

Il 1° giugno 1997 è entrato in vigore il Regolamento Comunitario che dà attuazione alla Convenzione CITES di Washington a proposito d’importazione di animali e parti di animali protetti perché a rischio di estinzione. Sono previste multe fino a 130.000 euro per chi porta in Italia souvenir realizzati con animali protetti, animali vivi, anche se acquistati legalmente nel paese di origine.

Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’articolo 17 della Legge n. 38/2006:

“La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero”.

 

 

 

Richiedi Informazioni

Per maggiori informazioni su questo pacchetto o per qualsiasi tipo di soluzione personalizzata,
non esitare a contattarci e ti risponderemo subito.

Tel: 0422 541493 Mail: info@fuoriclasseviaggi.it

Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

Contatti